Si chiude con due splendide vittorie esterne la prima fase del campionato di serie A per New Rimini. 12-3 e 9-8 i risultati a Cagliari, su un diamante che aveva concesso solo due partite agli ospiti sin qui. In palio c’era anche la terza piazza nel girone, agguantata da New Rimini a ridosso di Rovigo e Crocetta, favorite alla vigilia.

Il risultato è ancor più significativo vista la continua emergenza: a Cagliari non c’erano Sosa, Cortesi, Perazzini e Pulzetti. Ma sempre, nelle difficoltà, New Rimini ha reagito e di squadra è uscita dai momenti complicati. Alla vigilia della seconda fase c’è la convinzione di essere pienamente competitivi per l’obiettivo della salvezza.

Ma c’è anche  la consapevolezza che la formula del campionato non premia i risultati ottenuti, riservando a quelli della poule retrocessione i verdetti definitivi per la salvezza.

“Sappiamo che ora arriva la fase decisiva – il commento di Alessia Valducci, presidente di New Rimini – ed era importante arrivarci con una squadra coesa e determinata, col carattere giusto per affrontare a testa alta ogni sfida. Un applauso ai ragazzi, al manager Dorian Castro, a tutto il suo grande staff, oltre che al general manager Mario Chiarini, ai dirigenti e a tutti coloro che con passione sono intorno alla squadra. Ora un momento di riposo per ricaricare le batterie, recuperare qualche malanno fisico e poi saremo pronti alla fase decisiva”.

Gara 1

Tommaso Aiello è il partente di New Rimini, Francisco Castaneda per Cagliari. Partono forte i riminesi che segnano quattro punti alla prima ripresa: base a Pini, Baro è colpito, poi il doppio di Baccelli e il singolo di Gabrielli sono utili a scompaginare i sardi che vanno un po’ in confusione, puniti anche dalla valida di Cifalinò. Pini è il terzo out a basi piene.

La risposta di Cagliari arriva al secondo inning con due punti, ma al terzo altre quattro segnature per New Rimini creano un bel divario. Sono i singoli di Quadrifoglio e Chacon e il doppio di Baro a monetizzare il gioco. Sull’8 a 2 la partita si prende una lunga pausa nelle segnature, anche se al quinto New Rimini lascia tre uomini in base, due al sesto e altrettanti al settimo.

Cagliari segna un punto proprio al settimo e al nono altro strappo da quattro punti per New Rimini che chiude la gara sul 12 a 3.

12 a 7 il computo delle valide, solido il monte riminese con Aiello e i 3.1 inning finali di Elia Sartini. In attacco 4 su 6 per Chacon, 3 su 5 per Gabrielli.

Gara 2

Parte Paredes sul monte riminese, Miguel Alvarez per Cagliari. Stavolta partono meglio gli isolani che chiudono 2 a 0 la prima ripresa. Alla seconda New Rimini dimezza lo svantaggio avviato dal triplo di Gabrielli, portato a punto da Bonemei. Cagliari segna ancora al terzo e poi al quarto inning arriva lo strappo di New Rimini con quattro punti: singoli di Gabrielli e Bonemei e poi il gioco aggressivo sulle basi premia i riminesi che trovano anche le valide di Pini, Baro e Chacon.

Cagliari non molla e riduce il punteggio sul 5 a 4, ma al quinto ci sono altre quattro segnature per un line up riminese in gran spolvero. Partono Bonemei e Cifalinò, si aggiungono Quadrifoglio, Pini e Chacon e l’inning si chiude a basi cariche. All’avvio della sesta ripresa c’è Tognacci sul monte riminese.

Sul 9 a 4 Cagliari cerca di recuperare e fra settimo e ottava ripresa segna quattro volte. Comincia l’ultimo inning sul 9 a 8: New Rimini lascia due uomini in base, Cagliari viene spento da Tognacci e il risultato non cambia, mettendo la firma sulla doppietta esterna in una splendida giornata per i ragazzi di Dorian Castro.

Ora c’è l’attesa per la composizione dei tre gironi della poule retrocessione e per New Rimini anche la decisione della Fibs sulla partita non giocata a Ronchi. Si partirà dopo due settimane di sosta, Saranno gare di sola andata, le ultime dei tre gruppi andranno ai play out e una sola squadra si salverà, mentre due retrocederanno.

 

Classifica finale prima fase: Rovigo (14-6), Crocetta (12-8), New Rimini (11-8), Cagliari (8-12), Ronchi (7-12), Padova (7-13).